Tag

, ,

Ogni giorno mi sembra che tutto quello che faccio, dall’indolenzito risveglio fino al pigro rincasare, non sia altro che il preludio ad un momento.

Un momento che quasi sempre non arriva mai. Quel momento in cui finalmente posso dire “io” e sedermi e scrivere qualcosa. Scrivo anche tutto il resto del giorno, per fortuna, ma non scrivo dicendo “io” ed è tutta un’altra cosa.

Comunque, visto che finalmente mi sono seduto in quel momento per il quale sono nato, ecco che posso scrivere qualcosa.

E quel qualcosa che scrivo, questa sera, è che la natura non è poetica.

Proprio così: sicuramente bella, anzi bellissima. Chi mi conosce sa che se c’è una cosa che mi piace su questa lurida crosta terrestre, quella cosa è la natura.

Ma non poetica.

Inutile negarlo: ci sono dei momenti nella giornata, magari verso il tramonto, quando usciamo per un istante dalla furiosa e inaudita gabbia che ci imprigiona, in cui solleviamo il naso e vediamo qualcosa di meraviglioso. La natura in giro per la vita disegna quadri talmente belli, talmente perfetti, talmente armoniosi e sublimi, che a volte cadiamo in errore e ci viene da pensare che questo sia poetico, o addirittura buono.

In realtà non c’è proprio un bel cazzo di poetico nella natura, proprio così.

Che non ci sia proprio un bel cazzo di poetico, nella natura, lo si potrebbe capire da quasi tutte le cose, ma se proprio non lo si vuole capire da tutte le cose, si guardi per esempio alle relazioni degli umani.

Nella fattispecie si guardi a quelle relazioni degli umani che vorrebbero essere le più poetiche di tutte: quelle sentimentali.

Si guardi a due innamorati, a cosa si dicono, a cosa provano, ognuno nell’intimo tabernacolo del proprio cuore (così si dice e si pensa). Sono sinceri, eh? Nessuno dice niente. Sincerissimi.

Si dicono che si amano, che si sono trovati, che sarà bello, che sarà poetico, guardano i film dolci, mangiano le cose dolci, si dicono le cose dolci, si fanno piacere a vicenda le cose, e così via. A vederli da fuori, e ancora di più da dentro, sembrano poetici, eccome.

E che cosa c’è di più naturale di una relazione tra due persone che si amano? Dunque verrebbe da dire che la natura, che crea una cosa così poetica come una relazione tra due innamorati, sia poetica.

Niente di più falso.

La natura non è poetica. La natura fa i suoi conti, ha le sue logiche. La natura ha di buono che è imparziale, sovrana, dittatrice. Comanda tutti nello stesso modo, non conosce il valore della moneta. La natura è incorruttibile. Ma non poetica. Poetica proprio no. Ho capito che sono belli i prati della Val di Fassa e le Dolomiti sembrano disegnate da Dio, ma non è questione di poesia, forse è solo questione di culo.

Perché poi gli innamorati, poverini, possono anche perdere piano piano quel fil rouge che li univa. Va a capire perché, sono cose che succedono così. Viene meno il fil rouge, si ha un po’ meno voglia e alla fine, dai e dai, succede che gli innamorati magari restano innamorati ma si dicono che è meglio fare diversamente.

Capito? Finita la famosa poesia.

Adesso fanno diversamente e ognun per sé e Dio per tutti. Perché se non rispetti la natura, hai voglia te ad essere poetico! Non c’è proprio un bel cazzo da fare. La natura ha le sue leggi, non ci si scappa.

La natura fa dire le cose alle persone, fa provare le cose alle persone, fa sentire le cose alle persone, fa prendere decisioni. Proprio così. E quelle persone che sembravano legate da qualcosa di magico, che si erano dette speciali, dopo che hanno deciso di fare diversamente, diventano estranee.

Se fosse stata vera poesia, sarebbe rimasta anche dopo la decisione, non basterebbe la diversa quotidianità per sopprimerla, Petrarca ci arriva ancora oggi. Invece quante volte vi è capitato di vedere una persona che conoscevate, e che adesso non conoscete più?

La natura è contingenza, vecchi miei.

Contingenza, proprio così.

Non c’è niente di poetico ed eterno nella natura, lei si fa i suoi conti, impartisce i suoi comandi, rispetta le sue regole.

E di chi non è d’accordo, o semplicemente ha paura, non gliene frega proprio un cazzo.

Annunci