Brutta bestia la rabbia. E invece guarda qui, tra le tantissime cose che non avrei mai detto che un giorno avrei fatto, c’è questa qui, l’assumersi la bega di difendere la vita. Addirittura la mia, di vita.

Per fortuna non devo fare altro che dire una roba già detta in modo straordinario dal grande Faber: crepate pure per primi, noi vi cediamo il passo, ma soprattutto, quel che interessa più a me: però per cortesia lasciate vivere gli altri, la vita è, grosso modo, il loro unico lusso.

Ecco, dunque la mia esortazione. Premetto che son d’accordo con voi: è inammissibile che nel 2015 esistano ancora le religioni e che per di più, addirittura, in nome di queste gli uomini si contendano ricchezze ed altri interessi. Premetto che son d’accordo con voi quando dite che sarebbe ora di avere la modernità, i benefici, la libertà, l’uguaglianza e compagnia cantante. E che soprattutto ognuno dovrebbe poter dire quel che gli tira il cazzo senza aver paura delle ritorsioni di chicchessia.

Ma siccome non è così, signori miei, per favore dovete lasciare lì. Mica tanto per gli ideali, chemmenefregamme degli ideali? Lo dico per la mia pellaccia. Perché, di grazia, io devo essere esposto alle incazzature di tipini incazzosi che si sono offesi per qualcosa che avete fatto voi? Facciamo così: che le vostre robine simpatiche da intellettuali ve le segnate da una parte e quando viene fuori il mondo 2.0 super figo e galattico, le tirate fuori e le postate, ok? Per adesso andiamo ancora avanti un attimo di robe normali, dai.

Altrimenti se voi per dimostrare una volta per tutte che non c’è la libertà di stampa, fate le vignette su una cosa che a casa loro, gli Stati più moderati condannano con la pena di morte, finisce che poi qui si è tutti in pericolo, pure quelli, come me, che sono laici e che non gliene frega poi tanto di ste storie.

Pure quelli come me, che la vita è grosso modo il loro unico lusso e magari non chiedono altro che poter mangiare i pomidori conditi, o sorseggiare una volta a settimana un goccino di amaro o fare una pedalata in bici in riva al mare o chi ne fa le veci e cose così. Che, per carità, non saranno mai grandi e nobili come le vostre idee, come la libertà di stampa e la Civiltà del Mondo, ma che alla fine si fanno voler bene anche loro, poverine.

Annunci