Certo che siam proprio capaci di parlare sul niente, eh? Siam lì che ci alzano ancora la benzina perché si son dimenticati di far pagare 4 miliardi di ICI alla Chiesa; son due mesi che fanno il polverone della giuntadisticazzi e la legge Severino se è costituzionale o meno (quando comunque all’applicazione della sentenza di condanna per frode ai danni dello Stato, il Berlu in un modo o nell’altro decadrà dalla carica di senatore) e al posto di indignarci per i motivi sensati, non abbiamo altro da fare che stupirci e fare i verginotti di fronte alle parole di Barilla!? Ce ne vuole del fegato, va là.

Stupito dal vostro stupore mi son messo un attimo a cercare cosa cavolo avrà mai detto sto Barilla, che per anni più che sfornare fusilli e pennette non ha fatto.
Niente, non trovo niente. C’è un’intervista alla Zanzara in cui dice che lui come pubblicità punta alla famiglia “tradizionale”, sentendosi evidentemente chiamato in causa dalle parole della presidentessa della camera, stizzita per gli spot in cui la donna è vista come mamma che serve in tavola eccetera eccetera.

Punto. Barilla è stato reo di dire una cosa che probabilmente se non tutti, pensano in molti. Che la famiglia “tradizionale” è pensata come un insieme di un uomo e una donna e qualche marmocchio. Dunque? Ci si indigna? Ha detto che non farà mai spot con i gay perché non sono il suo target. Come se uno dicesse che non prenderebbe mai una Fiat perché lui si trova meglio con la Opel. Lui è imprenditore, produce pasta, non è nemmeno libero di dichiarare che le famiglie “tradizionali” sono il suo target?

barilla

Personalmente, se da oggi a domani mi mettessi a produrre pasta, tra tutti gli spot che mi potrebbero venire in mente, non penserei mai a dei gay. Allora sono omofobo? No, semplicemente non è un problema. Non riesco a capire come mai in ogni aspetto della vita sociale, si debba sempre pensare se in qualche modo i gay sono o meno tutelati. Ma per caso vi chiamano a casa ogni sera piangendo? Che problemi avete, co’ sti gay?

Cosa c’entra, in definitiva, il rifiuto di un imprenditore a modificare l’immaginario collettivo di famiglia tradizionale (motivato dalle sue esigenze imprenditoriali) con tutte le assurde implicazioni etico-socio-culturali che ci ravvedete?

Di fronte ad uno che dice semplicemente quello che pensa, quello che pensa strategicamente più utile per la propria azienda, ecco che levate le croci e fate tintinnare i chiodi per la crocifissione.

Ecco: io vorrei boicottare chi vuole boicottare Barilla.

Annunci