Ero ancora piccolo – Batistuta giocava nella Fiorentina – quando si trattò di ampliare la memoria RAM del mio computer. Aumentare la memoria del computer, già di per sé, mi sembrava una cosa enorme.

Ricordo che l’obiettivo sostanzialmente fosse quello di avere altri 4 Mb, Mega-byte, che si diceva il Byte fosse un insieme di 8 piccoli e teneri bit, l’unità minima di misura dell’informazione e via discorrendo. Che il bit può essere o zero o uno, mica balle, o qualcosa di abbastanza del genere. Sì, perché altrimenti il nuovo prodigioso Pc Calcio 4 girava lento e di contro faceva girare veloci le mie balle e quelle dei miei sodali.

Beh, il succo è che per avere altri 4 Mb di RAM c’era da scucire quattrocentomila lire, dicasi quattro volte centomila-lire. Insomma, per farla breve, un Mega byte costava giusto giusto cento milalire.

Provate ad immaginare a prenderne 2000, di questi Mega Byte. A quel tempo non era fisicamente possibile avere 2 Giga Byte (2000 mila Mega Byte, appunto) sul pc, ma se fosse stato possibile, a quei prezzi, si sarebbe dovuto spendere 2000 x 100 000 = 200 milioni di lire.

ram

Ecco, tutto questo panegirico per dire che l’altro giorno li ho ordinati, sti benedetti 2 Giga Byte di RAM, tutti insieme e piccolini, e pagati 29 euro compresi di IVA e spese di spedizione.

Quale insegnamento trarre? Ad occhio direi nessuno, insegnamento è una parola un po’ troppo forte. Però si possono fare delle considerazioni, del tipo che magari è il sensazionalismo, che si paga caro, nella vita. Che la nostra posizione è sempre quella un po’ in bilico tra l’aspettare che tutto torni “a quote più normali” (cit. Battiato) e il buttarsi nella mischia, mettendo il nostro entusiasmo e i nostri denari dentro alla vorticosa giostra del mondo.

L’altro giorno ho sentito dei crapaccioni che davano per sensazionale la notizia che prima o poi avremo l’i-phone a meno di cento euro. Beh, si vede che loro non hanno mai dovuto far andare più veloce Pc Calcio per far segnare tanti gol al Batistuta della Fiorentina.

Altrimenti saprebbero che è tutto in linea coi tempi, che è tutto scritto nella SST (Sacra Storia della Tecnologia).

Annunci