A Piacenza c'è ancora una zona della città dove le vie ricalcano le antiche corporazioni. E' molto che non ci passo, ma lì, in quella zona, praticamente mi ci sono svezzato. Qualcosa ricordo ancora. C'è la via dei calzolai, per esempio. E poco importa se oggi lì ci trovi una torrefazione, per dire.

Avevo fino a qualche anno fa un posticino, anche abbastanza vicino a casa, che mi faceva le cornici e i "quadri" per le cose importanti. Per esempio sono andato lì quando la Juve ha vinto il mio primo Scudetto. Gl'ho dato il poster della squadra e loro me lo hanno messo sotto vetro e tutto quanto.

Adesso invece no. Adesso per esempio quel posto lì non c'è mica più. Al suo posto c'han messo un negozietto che vende pane e pizzette e dolciumi, che almeno quelli sai sempre che servono. Mangiare devi mangiare sempre, mica come un certo evento da ricordare, che magari succede e magari no. Un negoziante mica può aspettare e sperare che succedano eventi da ricordare, per la gente, no?

E così niente, son qui coi miei due diplomi di laurea e tra un po' mi arriva quello del master, e non ho nemmeno un posto dove andare per metterli sotto vetro. La gente, ho pensato, ha sempre più bisogni e sempre meno strumenti.

Il progresso allora vuol dire quando tutti prendono dei titoli e nessuno li sa mettere sotto vetro?

Annunci