Dietro la curva sentivo dei pensionati, con la fisarmonica, cantare Quel mazzolin di fiori.
Qui sotto casa, invece, dei bambini stanno cantando Faccetta nera, bella abissina.

800px-FaccettaNeraMoto1936WP

 

Mi ricordo che quando andavo a pulire i canarini che tenevo nella camera di mio nonno, la cantava sempre anche lui. I canarini no. I canarini intonavano canti fatti di grandi fischiate e sonori trillii. Loro erano sostanzialmente gialli e se ne infischiavano.

 

Mio nonno ha fatto la campagna di Etiopia e tempo dopo si trovò a provare a fuggire da un treno in corsa. Lo ripresero e lo convinsero con pacche di incoraggiamento ad andare al campo di concentramento dal quale scappò, altro tempo dopo, per rientrare a casa a piedi dalla Germania.

Mi piace che tutto il mondo canti. Ma sono anche spaventato da questi inconsci rigurgiti di fascismo, coloniale e nazionalista. Sono anche spaventato dai grandi: che lasciassero stare i bambini.

Nessuno tocchi i bambini.

Annunci