Secondo me, anche senza iniettarci dei fantomatici nanodroidi nel sangue, stiamo diventando biotecnologici. La tecnologia forse si trasmette anche per induzione? Per semplice vicinanza o contatto? Per contemplazione? Sono già diverse volte, ormai, che in una data situazione, anche solo per un millesimo di millesimo di attimo, io cerco lo shortcut, il magico Ctrl+Z, per cancellare l'azione sbagliata e tornare al momento di ripristino, all'equilibrio precedente, a quando tutto andava bene. L'undo tipico dei migliori sistemi informatici diventa dunque un paradigma, un modello anche umano. La fregatura è che quando c'è la possibilità di fare Ctrl+Z, gli animi si distendono, le idee fervono, le paure si attenuano e solitamente i risultati ti cosano. Si diventa più intraprendenti, industriosi, smaliziati, per certi versi addirittura "migliori". Invece la vita biologica è un quaderno scritto con la penna seria, mica quella cancellabile delle elementari. E non puoi sbagliare, salvo prenderti tutti i deterrenti e perdere tutti gli incentivi del caso.
Ho scoperto che non ci sono propriamente azioni sbagliate. Non ci sono cose che assolutamente non vanno fatte ed altre che assolutamente sono necessarie. E' tutta una questione di momenti, di contesti, di configurazioni a variabili multiple. In quel caso lì sarebbe molto comodo poter essere delle creature biotecnologiche ed usare la penna cancellabile. Si aggiunge una colonna, se poi era sbagliato si fa ctrl+Z, che problema c'è?
Vuoi dire a Carolina che ci vuoi fare della roba insieme? Glielo dici, anche se non sai che ha mangiato il melone e lo deve ancora digerire. Del resto non puoi mica sapere tutto. Se poi ti risponde male, mica devi pensare che fosse sbagliato a prescindere: era sbagliato in quel momento lì che aveva mangiato il melone e lo doveva ancora digerire. Allora niente, fai ctrl+Z e torni al momento precedente, quando lei pensava che tu le fossi amico disinteressatamente e ti stimava eccetera. Aspetterai un momento migliore, una più favorevole configurazione a variabili multiple. Ma questo era solo uno stupido esempio. Ci sarebbe veramente un sacco da guadagnarci, col modello culturale dell'undo. Certo, le persone finirebbero forse col non dare più responsabilità alle loro azioni e si comporterebbero, se possibile, in maniera ancora più superficiale e leggera di quanto stiano facendo oggi nella vita dalla penna seria. Però anche i ricercatori, i medici, gli scienziati, potrebbero sperimentare e vedere e tornare indietro e sono certo che farebbero delle scoperte fantastiche con quel tappino magico che cancella gli errori.
Poi a me collegherebbero peer to peer un antivirus McAfee direttamente al sistema linfatico e la milza diverrebbe una centralina di aggiornamento delle definizioni dei maleware. I dottori li scaricheresti di notte, quando vai a dormire, in banda larga, e la mattina faresti una scansione per cercare le troie e i troiani accampati chissà dove.
Per adesso, per come stanno le cose, il mondo dei computer è ancora troppo distante dal mondo delle carote e dei pomodori. E se quando li condisci, ti scappa troppo sale, mica puoi fare Ctrl+Z. Siamo dunque momentaneamente parchi, ma non è colpa nostra.

Annunci