E mononucleosi fu, a quantopare. Sarà stato per questo che mi è come parso di aver smarrito la verve e di avere la macchia nera assorbente? Crederlo non costa nulla. Allora cortisone portami via e lava tutti i peccati. Da domani mattina sono ufficialmente una persona posta a cautelare riposo, assumente dosi massicce di cortisone, e speranzosa per il suo e quel degl'altri futuro (ma più per il suo, via!). Ma anche presente, oh.
Non so che versione vidimare. Chi mi conosce, sa benissimo che per queste ferie, così come per le ferie "in generale", avevo voglia di fare niente. Ossia niente prendersi e andare chissà dove a fare chissà cose, ad arrostire ai tropici (del cancro, più che altro) e a leggere letteratura d'intrattenimento solare. Robine piccole come prendere una bici e lasciarla correre in discesa anche se poi per equilibrio ci sarà un salita. Oppure corricchiare alla Camoranesi strafatto, usando la maglietta come salvietta, lungo i declivi morfassini. O ancora cercare litri e litri di funghi porcini da far seccare per sperare di poterli vendere e ricavarci euri sonanti. Insomma: niente, appunto.
Però adesso che sono malato potrei anche cambiare versione. Perché no? Ci scommetto che molte persone lo farebbero. Per cui ci penso, poi vi faccio sapere. Potrei anche dire che a dire la verità in fondo in fondo non avevo ancora deciso, e che sticazzi quest'anno magari era l'anno buono che si andava da qualche parte a fare qualche cosa (se qualcuno di voi mi regalasse un manuale in cui si specifica cosa siano le cose per le quali si possa dire "ho fatto qualcosa", lo ringrazierei molto. Se no sono sempre troppo generico, non vedete?). Magari insieme anche a qualcuno, o meglio ancora qualcuna e via discorrendo. Insomma, potrei raccontare la cosa della sfiga e poverino e che non è mica giusto e che proprio quando uno deve pregustare, zac! arriva l'uccello Padulo.

Ma sapete che faccio? Io poverino me lo dico lo stesso. Perché non è che se non vai da qualche parte a fare qualcosa, allora devi necessariamente prendere le peggio cose e mettere a repentaglio Quelchehai. Potrei tirarmela di brutto perché questa brutta bestiaccia mi impedisce di andare in Perù e sentirmi il più perseguitato del globo, invece no, ammetto con candore che vieni pur qui, mononucleosina mia, che tanto non dovevo andar da nessuna parte. Prenditela con me, che non t'ho fatto niente.

Annunci