Ci sono i più e ci sono i meno, si sa. Solitamente i più, per il fatto che sono i più, fanno un po’ quello che vogliono ai meno, per il fatto che sono i meno.
Per esempio alcuni tra gli uomini – che sono gli animali più intelligenti, con i pollici più opponibili e con più coscienza – hanno preso dei dromedari qualche tempo fa, mettiamo nell’Ottocento, e li hanno portati in Australia. Così. Che tanto loro hanno la gobba e con un goccino ci fanno seimila ore; che poi ci fai le foto; che un dromedario fa figo; che li spelli un po’ e ci ricavi tante cose carine, non si sa mai; che magari ne fai pure un simbolo del tuo Paese (col senno di poi siamo spiacenti: mi sa che il canguro tira di più). Insomma, questi più intelligenti e più pollici opponibili, han preso i dromedari della gobba sola, poveretti, e han deciso che avrebbero dovuto farsi tutto quel mare, che ai dromedari, che sono meno intelligenti, non verrebbe mai di fare. Li han messi in Australia e così via. Succede poi che va bene che basta un goccino, ma se manco quello viene giù, allora i dromedari prendono che han sete. E se han sete non han mica tanta voglia – meno intelligenti sì ma entro un certo limite – di morire così, senza nemmeno provare prima a non morire. Questi dromedari meno intelligenti qui, così, si son messi a cercar l’acqua, a radunarsi, a fare un po’ di casino. E gli uomini più intelligenti e più pollici opponibili e più coscienziosi, han visto che non è mica bello trovarsi un esercito di 6000 dromedari poco intelligenti vicino a casa. Che poi succede pure che ogni tanto un dromedario poco intelligente muore. E pazienza, ce ne sono tanti, ma se muore poi fa come quel fiore di quel post che avevo scritto (gli uomini più intelligenti e più pollici opponibili e più coscienziosi leggono il mio blog? Allora non scriverò mai più!), cioè che dopo essere morto marcisce e poi puzza molto. E pazienza, magari, anche per la puzza, ma il fatto è che loro l’acqua ce l’hanno, gli uomini più intelligenti e più pollici opponibili e più coscienziosi. Ed Bevono anche i dromedariavendo l’acqua, hanno anche le falde acquifere, e il marcio che va nelle falde acquifere è un po’ un fastidio, ecco.
Ma niente problemi, per i più contro i meno. Li si prende, tutti e seimila dromedari poco intelligenti, li si prende come nell’Ottocento si sono presi i papà dei loro papà dei loro papà, e li si porta lontano lontano, facciamo nel deserto, che siamo sicuri che non ci sono falde acquifere. Poi con gli elicotteri costruiti grazie all’intelligenza alla coscienza e al pollice opponibile, li si sorvola e con i fucili di precisione costruiti con l’intelligenza il pollice opponibile e la coscienza, li si uccide, ovvio. Dall’alto poi manco li guardi in faccia, che certe volte sentirsi in colpa non è mica bello: vedi la coscienza cosa ti fa, poi?
I beghini poi che sono poco intelligenti e non hanno la coscienza, mangeranno tutto quel marcio, anche senza avere pollici opponibili. Il vento sposterà la sabbia e non resterà nemmeno il segno di quei seimila dromedari poco intelligenti e senza pollice opponibile.
Annunci