castagne_peloseNo, per dire. Tutti quei begli animaletti stipati stuprati scuoiati per via del loro pelo. E nessuno mai che guardi a cosa c’è sotto alla scorza delle cose. Ad esempio sotto la scorza delle castagne, più precisamente tra la scorza esterna e la mitica pellicina interna – quella che quando le fai caldarroste ti tagliuzza tutte le unghie di sotto – c’è il manto della castagna. L’ho immortalato e c’ho le prove. Adesso, visto che sono imprenditore di me stesso, devo trovare un metodo per fabbricare un macchinario che cava dalle castagne la loro pelliccia. Poi fabbrico delle pellicce di pelo di castagne e divento ricco che più ricco non si può, alla facciazza della crisi.
Appena Max Mara legge questo post, capisce l’entità del rischio e mi offre il thé e le arance che ha portato dalla Cina e proprio quando sto per dirle (o dirgli, a seconda se sia più Max o più Mara) che non ho niente da offrirle (o offrirgli, a seconda se sia più Max o più Mara), tutti i miei propositi ambientalisti impallidiranno di fronte alla prospettiva del mero lucro.
 
E allora a quel punto niente. Faremo finta che le castagne la pellicciotta non ce l’hanno mica.
Annunci