Il sito di Repubblica.it dice che giusto quest’oggi avrebbe compiuto 29 anni. Stando a quelli che sono generalmente i sogni più votati, la vita di Lucy Gordon non aveva più molto da invidiare a chichessia: giovane, bella, attrice che vive a Parigi. Dopo l’esordio cinematografico nel 2001, in Profumo. Storia di un assassino, aveva avuto di recente una parte anche in Spiderman 3, nei panni della giornalista Jennifer Dugan, mentre ancora deve uscire Serge Gainsbourg, in cui ha interpretato il ruolo della cantante Jane Birkin. Insomma, le cose, perlomeno quelle professionali, parevano aver preso una piega niente male. E allora perché?

Prescindendo da tutto quello che può essere successo alla povera Lucy, credo che il dato da trattenere sia piuttosto un altro. Credo che serva un momento la capacità di astrazione per dire che si possono avere anche cose grandiose; si può trovare esternamente a noi l’approvazione dei molti; si può vivere una quotidianità che per tanti è preclusa e da sempre sognata; e ancora non essere felici. Come si dimostra e si cerca da sostenere da mo’, per la felicità niente è necessario e niente è sufficiente. Quello che fa la differenza è il nostro spirito.

Per cui, quando credete di star perseguendo il vostro bene, sopportate placidamente i giudizi degli altri: loro possono anche provare a suggerirvi qualcosa, volendovi bene o meno, ma nessun altro ci può conoscere ed influenzare meglio di noi stessi.

Annunci