Oggi ho visto il mondo secondo la prospettiva del futuro o del passato o di quelli che non gliene frega un cazzo. Uno è il futurologo e spinge da una parte; è quello con il lettore dvd integrato alla radiosveglia, con le telecamere che riconoscono i suoi movimenti e lo avvertono se di notte viene Babbo Natale, che c’ha un blog su internet, che se non sa una cosa la cerca su Google. L’altro è il passatista e spinge dall’altra; che "una volta sì che si stava bene", che navigare si può solo ammesso che ci sia un po’ d’acqua, che il cellulare è fatto per farci perdere un po’ di tempo. Sopra al mondo, che ballano, ci sono quelli del cazzomene? e che cercano di arrabattarsi alla bell’e meglio, i paciosi buontemponi, li ho chiamati. Il mondo che ho visto è un mondo così:
Il mondo visto da me
Annunci