(Quattro anni fa, il 16 maggio del 2004, Roberto Baggio ha giocato la sua ultima partita)

E’ un omaggio di maggio a Baggio
questo quarto rintocco del tempo
davanti agl’occhi si vede il miraggio:
un’ombra azzurra che balla sul campo.
Fascia gialla, capello sbiadito,
brilla la sua fra tante magliette.
Punizione: dice col dito
quel che’l portiere si trova nel sette.
Corre piano, gli fa male il ginocchio
stremato da calci d’invidia e di rabbia
corre la palla, gioca coll’occhio
lui è come il sole che ferisce la nebbia.
Manchi a noi tutti, eterno campione,
oggi svestiti di colori e bandiere:
rimbalza un po’ meno oggi il nostro pallone
se svanisce il miraggio e non ti possiamo vedere.

Annunci