Stando in collegio dai salesiani capita di assistere a varie cosucce. Talvolta anche molto comiche. Ora non è mio sommo interesse disquisire con voi del perché i preti abbiano quasi sempre un bel pancione..vi voglio invece rendere partecipi di un ameno componimento satirico in memoria di quello che qualche anno fa era il responsabile degli universitari. Due parole per far capire meglio il testo: spendeva i momenti della preghiera per "vota Silvio", occupava il solo televisore adibito a nostro uso per vedere sempre e solo Walker Texas ranger (quando non Emilio Fede), dato che "lì vince sempre il bene, come nella vita". Angelo, questo disco è per te:

Temendo che l’uom, sol, potesse errare
Dio decise di procurargli un pastore,
per accudirlo, per farlo camminare
lungo le vie del Salvatore.
Temendo che il pastore non venisse visto
decise di farlo più grosso, più fusto!
Furono sei giorni di concentrazione,
premiati alla fine da un bel tortellone.
Angelo il nome, perché fosse espressa
la divina e celeste natura,
un mirabil pancione ad aria compressa
per farne temuta e venerabile creatura.
Poi ridiscese di Dio il figlio,
per salvare il mondo dai comunisti,
questa volta si fece chiamare Silvio,
uomo fra i più belli e fra i più giusti.
Angelo abbracciò con ardore la campagna
e alle elezioni fece fare un successone,
festeggiando poi con la lasagna
e tanto osso buco di vitellone.
Ringraziò il Cielo del buon vino
e bianco e rosso come un bambino
se ne andò a pisolar dal texano,
usando la sedia come fosse un divano.

Annunci